Back to Top
 
 

 

×

Messaggio

Failed loading XML...

Stage arbitri OTS.

Un grande momento di crescita per i nostri arbitri provinciali che hanno ascoltato i consigli tecnici e tattici. Il Presidente Calogero Drago con l'aiuto di Pietro Costanza e di Calogero Giardina, si è concentrato su 6 nuovi arbitri che faranno l'esordio nella prossima stagione sportiva, il resto del gruppo invece ha seguito i consigli del vice presidente Antonino Costanza e del preparatore atletico Gaspare Giarratano, erano presenti anche i nostri colleghi regionali: Salvatore Cacciatore, Salvatore Zambuto, Alfonso Aquilina e l'assistente di serie D Francesco Bentivegna.
Un grande in bocca al lupo va a tutti gli arbitri provinciali da parte del presidente Calogero Drago e di tutto il CDS per l'inizio della stagione sportiva che avverrà il 23 settembre con l'inizio dei campionati regionali di giovanissimi e allievi, e per il raduno ots che si svolgerà a Palma di Montechiaro il 30 Settembre alla presenza del settore tecnico e del Cra Sicilia.

Iniziato il raduno degli osservatori in forza al CRA Sicilia.

Presenti i nostri Fragapane Eduardo e Barbaro Giuseppe , impegnati prima nella visionatura di una gara di promozione a Piazza Armerina dove valuteranno la prestazione del nostro AE Andrea AUGELLO , successivamente si sposteranno all’hotel Federico II di enna per proseguire con tutte le attività di natura tecnica e le disposizioni per la nuova stagione, e dove affronteranno per la prima volta la spiegazione della nuova relazione. Un grande augurio per un ottima stagione viene rivolto ai nostri OA da parte del presidente Calogero Drago e da tutto il CDS.

 

Raduno CAI, presenti i nostri Sodano e Virgilio.

Sono i 118 osservatori arbitrali ad aprire oggi il consueto raduno di inizio stagione della CAI presso la sala conferenze “Stefano Farina” del Centro sportivo di Sportilia. “Emozionatevi, impegnatevi e siate sempre appassionati: solo così vivrete un’esperienza di livello”, ha detto il Responsabile della CAI Andrea Gervasoni,  “Siate alfieri di quanto apprenderete in questo raduno – ha detto Alfredo Trentalange, Responsabile del Settore Tecnico – Portate la vostra esperienza in Sezione e condividete i concetti tecnici e regolamentari che emergeranno in questi giorni”.
 “Insieme ad una rivisitazione degli spazi – ha detto Vincenzo Meli – Si è puntato ad una riorganizzazione delle informazioni per renderle più dirette e ficcanti”.
“Siate coraggiosi, siate equi e siate preparati, ma soprattutto metteteci entusiasmo perché sarà il motore dei vostri colloqui e del vostro lavoro”. A tutti i presenti sono stati proposti video raccolti durante la stagione scorsa con episodi occorsi in gare arbitrate dai fischietti a disposizione della CAI: “Lo scorso anno abbiamo raccolto più di tremila video”, ha detto Andrea Gervasoni, sottolineando l’importanza di creare una banca dati in grado di assicurare analisi precise ed uniformi; agli osservatori è stato chiesto di avere la capacità di fotografare la gara con competenza e arguzia riuscendo a cogliere gli episodi più importanti da discutere con l’arbitro in spogliatoio.
Una preparazione di livello passa inevitabilmente attraverso uno studio puntuale del Regolamento: come consuetudine, grazie a Vincenzo Meli, Responsabile del Modulo perfezionamento e valutazione del Settore Tecnico, è stata analizzata la Circolare 1. “Le modifiche regolamentari sono rubricabili come adattamenti organici rispetto ai molteplici nuovi concetti introdotti lo scorso anno”, ha detto Meli, approfondendo le variazioni apportate dall’IFAB. Sono seguiti quindi i quiz tecnici con l’innovativo sistema di rilevamento elettronico delle risposte. Grazie alla nuova modalità di somministrazione, è stato possibile analizzare in tempo reale statistiche e risultati.
“L’osservatore deve essere concentrato per 90 minuti – ha detto Andrea Gervasoni, sottolineando quanto sia di primaria importanza un’attenzione di alto livello – E’ necessario giungere al campo preparati e adeguatamente pronti ad affrontare la gara non da spettatori passivi, ma con spirito critico e costruttivo”. Al raduno sono presenti il nostro OA Francesco Sodano e il nostro AE Carlo Virgilio, a loro vanno gli auguri del presidente Calogero Drago e di tutto il CDS.

Riunione congiunta Can B CAN C a Tivoli presente il nostro Vice Presidente Rosario Perrone e l'OA Luigi Castiglione.

Mattinata all’insegna dei test atletici per gli arbitri a disposizione della CAN PRO in raduno a Tivoli Terme. Sotto l’attenta supervisione dello staff atletico. Nel primo pomeriggio si sono uniti ai lavori anche gli osservatori arbitrali, che hanno svolto i quiz regolamentari e ricevuto la spiegazione della Circolare n°1/2018, illustrata nei minimi particolari dal Componente del Settore Tecnico Mario Mazzola. In seguito, è stata la volta del momento clou della seconda giornata di raduno, ovvero la riunione congiunta dell’organico della CAN PRO con gli arbitri, gli assistenti e la Commissione della CAN B, costituita dal Responsabile Emidio Morganti e dai Componenti Christian Brighi e Riccardo Di Fiore. “Avete a disposizione dei mezzi e delle tecnologie che noi non avevamo, dovete approfittarne. Non esistono scorciatoie, il lavoro è la strada più breve per arrivare all’obiettivo”.
Morganti ha così spronato tutti i direttori di gara a dare il massimo, prima di introdurre la tematica centrale della sua lezione tecnica: la collaborazione del quarto ufficiale. “Collaborare significa lavorare nella stessa squadra. Non vuol dire soltanto segnalare un fallo o controllare le panchine ma partecipare alla gara insieme al resto della squadra”, ha aggiunto il Responsabile della CAN B, ricordando che “un evento eccezionale può avere una risposta eccezionale, che può provenire anche dal quarto ufficiale, non per forza dall’arbitro centrale o dagli assistenti”.
Dopo aver ringraziato Morganti e tutta la Commissione della CAN B per questo prezioso momento di crescita per tutti gli arbitri in forza alla CAN PRO che saranno impegnati in qualità di quarto ufficiale nel campionato di Serie B, il Responsabile della CAN PRO Danilo Giannoccaro ha tenuto nuovamente a rapporto i suoi ragazzi, stavolta insieme agli osservatori. “Adesso proseguiamo la parte tecnica e, partendo dagli episodi delle ultime gare di Coppa Italia di Serie C, rispolveriamo le disposizioni ed approfondiamo le tematiche affrontate nel raduno precampionato”. Con queste parole Giannoccaro, coadiuvato da Damato, Faverani, Calcagno e Ciampi, ha stimolato un vivace confronto tra arbitri e osservatori su diverse tipologie di casistica. Dopo cena, infine, nuova riunione tecnica dedicata agli osservatori e, in particolare, all’analisi della nuova relazione in vigore da questa Stagione Sportiva. Per gli arbitri, invece, serata di riposo.