Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa

Back to Top
 
 

 

I giovani, il nostro futuro! Ad maiora

Molti degli appassionati definiscono l'arbitraggio "una delle attività più interessanti che si possa svolgere", niente di più vero.

È nobilitante, insegna il rispetto per il prossimo e il valore delle regole. Inoltre forgia il carattere abituando l’individuo a relazionarsi nella quotidianità, e quindi anche nel mondo del lavoro o della scuola, con il massimo rispetto possibile per se stessi e per gli altri ma soprattutto alle regole.
Ottima scuola di vita per i giovani che vi si approcciano. Ed è proprio ai giovani che l 'Associazione Italiana Arbitri e la nostra Sezione di Agrigento guardano con maggior interesse e speranza, investendo tempo ed energie nella formazione tecnico-fisica continua e innovativa.
Ma il “mestiere” di arbitro richiede una grande responsabilità che le giovani leve sanno sviluppare superando le difficoltà iniziali con passione, forza di volontà, perseveranza.
La vera difficoltà è operare sul campo. Ci vuole calma, sangue freddo, fermezza e spirito di sacrificio. Diventare bravi arbitri è un processo continuo che non si arresta neppure quando si raggiungono i massimi livelli.
In tal senso iniziare il prima possibile questa esaltante esperienza di vita, vuol dire avere più tempo ed energie al fine di raggiungere i migliori risultati possibile.
In Italia i “fischietti” iscritti alle varie sezioni AIA  sono circa 35.000.
Il range d' età in cui si possono effettuare le iscrizioni va dai 15 ai 35 anni per ambo i sessi.
La sezione di Agrigento crede molto nei giovani e crede nella loro voglia di fare, tutto questo ovviamente supportato da un team dirigenziale che segue passo dopo passo le giovani leve. Indispensabile infatti è il continuo confronto e dialogo tra dirigenti ( presidente, staff e osservatori) e la classe arbitrale, così facendo dalla sinergia delle parti che che il tutto dell'esperienza diventa meraviglioso.
Da qui l'invito a tutti i giovani, ragazzi e ragazze, a chiedere informazioni e a seguire i corsi che le sezioni organizzano al fine di formare la futura classe arbitrale del domani. Con la speranza che tutti possano accarezzare e raggiungere il grande sogno di calcare " i campi " di serie A e quelli internazionali.
Ad maiora

I nostri Arbitri Talent a Coverciano!

 

Due giorni passati all’insegna della formazione e della passione per l’arbitraggio a Coverciano, nel tempo del calcio italiano. Tra i bravi e fortunati arbitri Talent inseriti nel progetto UEFA anche i nostri Arbitri Andrea Augello e Valerio Navarino, sotto il coordinamento del Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange.

Gli arbitri Talent a Coverciano si sono dedicati a due giorni di perfezionamento: hanno effettuato i test tecnici e  atletici e ovviamente ai video quiz e alle lezioni frontali.

Andrea e Valerio, selezionati dal Presidente del Comitato Regionale Arbitri Michele Cavaretta, erano accompagnati dai tutor Uefa Valerio Cristian e Daniele Argento  ed insieme agli altri arbitri hanno vissuto due giorni intensi di attività in aula e sul campo per un’esperienza unica da vivere intensamente.

 

O. A. Day per i nostri Osservatori

Si è tenuto ad Enna, nei locali della sezione arbitrale, l'O. A. Day per gli osservatori sezionali. Una giornata all’insegna della formazione tenuta del settore tecnico, e in particolar modo dall’ing. Ugo Perrone, con la presenza del componente del Comitato Regionale Arbitri Sicilia Umberto Raspanti. Si è svolto in tutta Italia in contemporanea con l’obiettivo che tutti gli osservatori si uniformino in termini di valutazione e voto della prestazione dell’arbitro o della terna.

Erano presenti tutti nostri Osservatori sezionali ed anche il nostro presidente Gero Drago.

Tra le attività svolte anche la sessione dei quiz tecnici dove gli osservatori agrigentini hanno avuto ottimi risultati. Inoltre è stata vista e analizzata una partita del settore giovanile siciliano dove i nostri colleghi hanno attribuito la valutazione e il voto. L’iniziativa, denominata OA DAY, che si è svolta in tutti i Comitati provinciali sabato scorso, nasce con l'obiettivo di creare una costante uniformità di giudizio tra gli osservatori.  Il presidente Gero Drago si congratula per la serietà e la professionalità di tutti gli osservatori che hanno seguito i lavori con grande attenzione e hanno dato un grande contributo alla giornata